• Blogarzone

La perfezione? Questione di pennelli


I pennelli sono la marcia in più per l'applicazione ottimale del make-up viso, occhi e labbra, a cui donano un finish impeccabile, preciso e curato.

Piatti, tondi, di mille forme, misure e fogge, dal taglio obliquo o a punta, di setole naturali o di fibre sintetiche, ne esistono di ogni tipo. La complessità riguarda la scelta che va fatta in base alla loro funzione e alle caratteristiche del viso. È vero, quelli di qualità costano un po' di più, ma l’investimento è necessario perché in termini di aderenza dei cosmetici la differenza appare evidente anche a occhio nudo. Per non parlare del fatto che, se di materiale scadente, oltre a dare pessimi risultati vi abbandoneranno presto. Al contrario, trattandoli con le dovute accortezze dureranno a lungo. Il consiglio è di partire da un kit di base, da integrare man mano con i più specifici.

La regola di base li distingue in morbidi e di forma rotonda per le sfumature ampie, piatti e consistenti per le definizioni più accurate.

La misura? Grandi per ciprie e fondotinta, più contenuti per il blush, ma sempre in base alle dimensioni delle zone da trattare. I pennelli per il viso si dividono in due gruppi: quelli dedicati alle polveri (ciprie, polveri minerali, fard, terre), e quelli per le creme e i fluidi (fondotinta). Polveri: in setole sintetiche o naturali, morbide, di forma bombata e grandi dimensioni, accompagnano i volumi del viso come accarezzandoli, rendendo veloce e agevole la stesura dei prodotti.

Fondotinta: piatti e sintetici, di media e grandezza, sempre ampi di punta, aiutano a stendere il prodotto con facililtà, senza creare eccessivo spessore. Con l'estremità del pennello è possibile raggiungere anche le zone più piccole e l punti più difficili (angoli dal naso, della bocca attaccatura dei capelli).

OCCHI

Per gli occhi la scolta è più articolata perché da valutare secondo Il trucco da realizzare: un make-up basic è ben diverso da uno smokey! Per una questione di praticità, è utile tenerne

qualcuno doppio così da non doverlo pulire ogni volta che dall'ombretto chiaro passate allo scuro rischiando di alterare Il colore.

Riservatene uno piatto e arrotondato in punta per l’ombreggiatura chiara con cui creare il punto luce sotto l'arcata sopracciliare, separandolo da tutti gli altri.

Per l'ombretto di base (da stendere su tutta la palpebra): bombato e di dimensioni tali da coprire con una sola passata l'Intera palpebra. Ideale anche per sfumare e rifinire il make-up occhi.

Per Sfumature ampie dell'arcata della della palpebra superiore (anche per creare la “banana” e lo smokey eyes): abbastanza grande, forma arrotondata.

Per ombreggiature scure, tondeggianti e morbide (ad es. sull'angolo esterno dell' occhio per creare profondità allo sguardo): media grandezza, bombato, di setole compatte e corte.

Per la definizione della sfumatura sulla parte finale della palpebra superiore (in modo da creare un angolo netto e alzare l’occhio), utile anche per la sfumatura della matita nella palpebra inferiore (entra bene nella piega dell'occhio) e per disegnare la base delle sopracciglia: piccolo, forma piatta, taglio obliquo, Per sfumare la matita occhi: pelo corto,taglio a lingua di gatto. Nulla vieta di utilizzarlo anche per sfumare gli ombretti.

Per l'eyeliner: sintetico, abbastanza sottile, forma affusolata con punta a "fiamma", per una stesura omogenea e uniforme del prodotto.

Per sopracciaglia: setole compatte e rigide, taglio obliquo.

LABBRA

Meglio averne tre: per i rossetti, di consistenza pastosa per i gloss, più liquidi e gelatinosi per la definizione. Le setole? Sintetiche: scivolano sulle labbra per stesura ottimale

PIATTO a lingua di gatto, per riempire e dare colore

DI FORMA AFFUSOLATA, per applicare i lucidalabbra e sfumare la matita del contorno

BOCCA PERFETTA? Un pennellino sottile e a punta permette di definire i punti critici (ad arco di cupido) e il contorno

1 visualizzazione
  • Grey Instagram Icon
  • bongarzone facebook
  • Twitter Stefano Bongarzone
  • youtube stefano bongarzone

© 2023 by Blogarzone. Proudly created with B•Creative