• Blogarzone

La "Divina marchesa" di Giada Curti


Dopo l’appuntamento romano, la stilista è pronta per portare la sua nuova collezione in tournée.

Dubai, Abu Dhabi, Doha, Pechino, sono le metropoli che aspettano di vedere la collezione di Giada Curti S/S 2016 subito dopo la presentazione sulle passerelle di AltaRomAltaModa.

Una tournée impegnativa, intrapresa come sempre dalla stilista insieme alla sua inseparabile famiglia che ha il record di avere la più giovane modella d’Italia: sua figlia Azzurra. Giada, bella e dinamica, è il mito del made in Italy d’avanguardia con la sua magia di unire passione per la moda e family life. Riesce mirabilmente a fare un unicum con il mondo sofisticato e complesso del fashion system internazionale. Un modello esemplare dello stile di vita italiano che tutti invidiano al nostro Paese. Significativa l’ispirazione della sua collezione a quel particolare momento tra la fine dell’Art Nouveau e i dettami futuristi, interpretato con ansia rivoluzionaria ai primi del Novecento dalla Marchesa Luisa Casati. Amica di Cocteau, musa di Boldini, grande amore di D’Annunzio. Stile dark-lady eleganza internazionale nei ventuno capi magistralmente lavorati: impeccabili tagli couture, vestaglie trasparenti, veli, sete, aristocratici pizzi. Nodi e giochi di grande effetto con cordoncini che si intrecciano sul collo e sulle spalle degli abiti. Ponchos delicati e impalpabili nei colori ispirati alla primavera. La palette decisamente chic è una ventata di freschezza che spazia da delicate nuance di viola, al verde brillante, all’arancio, al bianco e nero, al bianco assoluto, al total black. Applausi per la sposa bicolore in corpino di pizzo nero su gonna a corolla bianca ispirato ad un abito di gala della Divina Marchesa.

Mariella Valdiserri






Foto: Carlo Tosti

0 visualizzazioni
  • Grey Instagram Icon
  • bongarzone facebook
  • Twitter Stefano Bongarzone
  • youtube stefano bongarzone

© 2023 by Blogarzone. Proudly created with B•Creative