• Blogarzone

Il colore secondo Stefano Bongarzone

Il colore raccontato da Stefano Bongarzone | Intervista di Donia Al Kimiya per blogarzone.it

Cos'è per te il colore dei capelli?

Per me il colore è da sempre il reale biglietto da visita di una donna; sono due le cose che catalizzano il mio sguardo: il colore dei capelli e le scarpe!

Il colore resta la parte istintiva dell'immagine di una donna e quasi sempre il mio desiderio è di partire dalle origini del colore della donna che mi trovo davanti.

Il mio occhio si ferma a guardare lineamenti, incarnato e forma del corpo per decidere il colore e mi resta facile identificare istintivamente quello più giusto anche adattandolo alla forma del viso.

Quando invece mi trovo di fronte una donna con il colore sbagliato soffro immensamente e diventa indispensabile modificarlo!

Il colore è per me l'emozione principale, è dove comincia l'elaborazione dell'immagine.

Del resto il biondo resterà sempre un colore che si avvicina al sogno di una donna. Almeno una volta nella vita si desidera essere bionde!

Come fai a decidere il colore più adeguato indosso ad una ragazza così bella a cui potenzialmente starebbe bene qualsiasi colore?

Partiamo dal presupposto che la bellezza sia soggettiva, diventa oggettiva solo quando si rispettano i canoni tradizionali, ma oggi è facile e intrigante sovvertire le regole.

Innanzitutto pretendo, e ribadisco "pretendo", che il biondo sia sempre estremamente curato e ben costruito, deve essere assolutamente naturale anche quando si può definire eccessivo!

Per tornare alla tua domanda in questo caso il biondo di Victoria risultava ai miei occhi artificiale, compatto, ed estremamente "giallo", non corrispondeva al concetto della valorizzazione dei tratti somatici e al suo incarnato.


Per un risultato del genere quanto tempo si impiega mediamente?

Per mia natura sono contrario alle colorazioni super veloci, come prima applicazione mi prendo sempre molto tempo, rifletto, ed elaboro il tipo di lavoro con i miei collaboratori.

Fondamentalmente non amo i biondi compatti e di conseguenza i tempi si allungano, in questo caso ho preferito ricostruire dapprima una base naturale e, sfruttando le parti del colore esistente sullo stelo e sulle punte, ho inserito delle zone chiare per uniformare le schiariture nuove alle precedenti.


I capelli di Victoria hanno un aspetto totalmente diverso, sano, rispetto a prima, perché?

Dobbiamo sfatare il mito che il colore tenda a distruggere lo stelo dei capelli, è mia particolare cura utilizzare sempre prodotti che difendono la salute dei capelli, quindi rispondo a questa domanda dicendoti che il colore non solo non è dannoso ma oggi si può parlare anche di beneficio per i capelli stessi mentre si colorano.

Noto, guardando le foto, che la base risulta di una tonalità fredda, è una scelta dettata dalle tendenze o è un tuo particolare gusto?

Finalmente ti dico che le ultime tendenze per quanto riguarda il colore dei capelli corrispondono esattamente al mio gusto personale che adotto da moltissimi anni!

Mi piace moltissimo realizzare basi fredde che si accompagnino a schiariture luminose e definite.


Che tecnica hai usato nella seconda fase della colorazione?

In collaborazione con Saverio abbiamo creato uno shatush che si fonde con la tecnica del blending per realizzare delle schiariture più marcate sulle punte ma che accarezzano anche le lunghezze senza creare un distacco netto.

Un taglio può essere valorizzato dal colore?

Anche il taglio più bello e ben curato non raggiunge risultati ottimali se non accompagnato da un colore realizzato con cura e gusto.

Quando fai un colore pensi già allo styling finale?

In realtà no, penso principalmente allo stato naturale dei capelli, vale a dire alla differenza tra liscio e riccio, immagino la mia cliente che asciuga i capelli anche da sola e mi comporto in modo diverso a seconda del tipo di capigliatura che mi trovo davanti.

Quali sono i colori che consigli per questa stagione?

Per quanto riguarda le donne che scelgono il biondo, quando ho la possibilità, consiglio dei biondi che sfumino anche sulle tonalità del rosato.

Il biondo contrastato, il biondo deciso e chiarissimo dalla radice alle lunghezze sui capelli corti,

il rame, specialmente se i capelli sono lunghi, abbinato a sfumature biondo dorate e i castani intensi con blending color bronzo.

Cosa si può fare per non rovinare il colore in estate?

Un consiglio dedicato alle donne che non rinunciano al sole è quello di mantenere il riflesso sempre vivo durante l'estate riempiendo i capelli con i pigmenti che lucidano e proteggono lo stelo.

A questo argomento sicuramente dedicherò ampio spazio prossimamente sulle pagine di questo blog...che amo moltissimo!


Di Stefano Bongarzone. Si ringrazia Victoria de May

22 visualizzazioni
  • Grey Instagram Icon
  • bongarzone facebook
  • Twitter Stefano Bongarzone
  • youtube stefano bongarzone

© 2023 by Blogarzone. Proudly created with B•Creative