• Blogarzone

BELLEZZA = IMPERFEZIONE

Chi è che veramente è in grado di dire "Mi piaccio"?

Spesso si è esageratamente crudi con se stessi e anche verso il proprio difetto, inteso solo ed esclusivamente in versione negativa e mai come un punto di forza. Ci hanno sempre insegnato che bisogna corrispondere a dei canoni di bellezza, ma in realtà canoni non ne esistono. Si pensa che il rapporto con l'armonia è dovuto esclusivamente al concetto della simmetria quando poi, invece, ci si accorge che se fossimo tutti perfettamente simmetrici potremmo essere tranquillamente considerati dei veri e propri mostri.


Il concetto dell'armonia, per me, non è altro che l'interpretazione e la conoscenza profonda di ciò che siamo e di ciò che possediamo come lineamenti e come ”difetti”. Il rapporto tra difetto e pregio è una linea sottilissima che viene rappresentata solo attraverso l'insicurezza. È proprio per questo che siamo abituati a riguardare le nostre foto del passato mentre diciamo “Peccato che non mi ero accorto di essere così giovane, così bella, così affascinante, intrigante...”. Questo è ciò che dovremmo fare ogni volta che ci guardiamo allo specchio, e quando lo specchio non ci restituisce la realtà dovremmo farci una fotografia e analizzarla come se guardassimo un'altra persona alla quale vogliamo molto bene. E sì, ci tengo molto a questo concetto, perché voi donne siete estremamente crude con voi stesse, e qualche volta esagerate nel non accettare ciò che veramente vi può rendere uniche (e unici quando ci rivolgiamo agli uomini).

Ma cos'è un difetto? E chi ha deciso che veramente qualcosa che non corrisponde a ciò che ci hanno insegnato può essere considerato un difetto?

Ci sono dei reali difetti che hanno strutturato carriere, fama, gloria, e sono proprio quei tratti che hanno reso personaggi unici con lineamenti dichiarati e personalità irripetibili.

Spesso è proprio l'irregolarità che ci attrae e dovremmo imparare a comunicarlo, proprio perchè questo tipo di coscienza può essere un vero regalo per l'altro che spesso non ha ancora lo strumento per identificare un tratto del suo viso o magari un difetto del suo corpo. Potremmo anche fare un elenco di quelli che sono considerati difetti, anche i più comuni, come per esempio le “Orecchie a sventola” , il naso aquilino, le labbra sottili, i denti troppo separati; ma se li leggiamo in questo modo sono dei veri difetti, mentre se li disponiamo tra tanti caratteri somatici e tanti tratti di un viso spesso finiamo col definirli pregi.

È proprio lo strumento del trucco che ci aiuta a minimizzare un difetto o addirittura ad esaltarlo. E allora vediamo insieme quali sono i veri difetti famosi di donne conosciute, anche meno conosciute, ma che ci aiutano solo ad interpretare ciò che ancora non abbiamo capito:


Anche la vanità è un difetto, ma inseriamola nei difetti che amiamo tanto.

Auguro, quindi, tanta vanità a tutte, intesa come consapevolezza di ciò che è veramente bello, ma bello con personalità, con charme, con eleganza e con tanta voglia di giocare con i lineamenti. di Stefano Bongarzone

77 visualizzazioni
  • Grey Instagram Icon
  • bongarzone facebook
  • Twitter Stefano Bongarzone
  • youtube stefano bongarzone

© 2023 by Blogarzone. Proudly created with B•Creative